Raccolta Fondi post terremoto


Evitare il volontariato spontaneo – E’ l’invito di Carlo Rosa, responsabile Protezione Civile del Lazio. “Ci sono migliaia di volontari che fanno capo alle tante organizzazioni sul territorio. E in questo momento tutte sono coordinate dalla protezione civile. Quello che bisogna evitare è di mettersi in moto da soli, spontaneamente”.

Pd lancia raccolta fondi, anche tra i parlamentari –  Il Partito democratico ha avviato una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite. Sarà possibile attivare donazioni tramite il seguente Iban IT 96 H 01030 0320000000 6365314 Bic: PASCITMMROM Causale Partito democratico raccolta fondi per terremoto – Via S.Andrea delle Fratte 16. 00187 Roma, oppure recandosi presso gli stand o i banchetti in allestimento presso le Feste dell’Unità su tutto il territorio nazionale dove sottoscrivere il versamento al suddetto Iban”. Una raccolta parallela è stata lanciata tra i membri dei gruppi parlamentari Pd di Camera, Senato e dell’Europarlamento.

Anci organizza aiuti e soccorsi e lancia raccolta fondi – Decine le città, coordinate dall’Anci, già pronte a partire con le loro strutture di soccorso alla volta dei territori colpiti, per portare acqua, cibo, letti, coperte, cucine da campo e know how per la fase di primo soccorso e per la successiva fase di ricostruzione. Tra queste, ma il numero cresce di minuto in minuto, le prime municipalità attivatesi per dare un contributo sono Torino, i Comuni della provincia di Mantova (che hanno già unito le forze),Catania, Napoli, Firenze, Bologna, L’Aquila, oltre ovviamente ai Comuni capoluogo di Lazio, Umbria e Marche. Tutti i Comuni che volessero unirsi alle iniziative già in corso, possono fare riferimento alla linea dedicata attivata dall’Anci, scrivendo a protezionecivile@anci.it, oppure contattando i numeri 06.68009329 o 3463138116. Nei territori, e per iniziativa dei sindaci e degli amministratori, è partita anche la corsa alla raccolta di fondi per la ricostruzione, e per questo motivo l’Anci ha aperto un conto corrente denominato Anci – Emergenza Terremoto Centro Italia per coordinare la raccolta delle risorse da destinare alle attività di ricostruzione. Queste le coordinate Iban: IT27A 06230 03202 000056748129.

Cei stanzia 1 milioni di euro e avvia una colletta nazionale– La Presidenza della Conferenza episcopale italianaha disposto l’immediato stanziamento di un milione di euro dai fondi dell’otto per mille per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali. Inoltre ha indetto una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane il 18 settembre 2016, in concomitanza con il 26/mo Congresso Eucaristico Nazionale. Le offerte raccolte dovranno essere inviate “con sollecitudine” aCaritas Italiana, Via Aurelia 796 – 00165 Roma, utilizzando il conto corrente postale n. 347013 o mediante bonifico bancario su Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113 specificando nella causale “Colletta terremoto centro Italia”. Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui: – on line (sul sito www.caritas.it) – Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474 – Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013 – UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119.

Caritas Ambrosiana: “Situazione difficile e in evoluzione. Ecco come donare” – In attesa di avviare un piano di intervento con Caritas italiana e le altre Caritas diocesane, Caritas Ambrosiana ha stanziato un prima somma di 50mila euro e invitato i fedeli a dare il proprio contributo. Come donare: Con carta di credito dal sito di Caritas Ambrosiana www.caritasambrosiana.it Oppure: C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus – Via S.Bernardino 4 – 20122 Milano. C/C presso il Credito Valtellinese, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT17Y0521601631000000000578 C/C presso la Banca Popolare di Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT51S0558401600000000064700 C/C presso Banca Prossima, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT97Q0335901600100000000348 La causale è: Emergenza terremoto centro Italia 2016.

Croce Rossa attiva raccolta fondi – Per sostenere le popolazioni colpite dal terremoto di questa notte, la Croce Rossa Italiana ha attivato una raccolta fondi. Sul sito www.cri.it nella sezione dedicata, in home page, sono presenti le modalità di donazione. È possibile donare attraverso l’Iban: IT40F0623003204000030631681 utilizzando la causale “Terremoto Centro Italia”. La Cri ha inoltre attivato il numero telefonico 06 5510 dedicato al servizio donazioni e l’indirizzo emailaiuti@cri.it.

Arci apre un conto corrente – Solidarietà alle popolazioni colpite dal terremoto e cordoglio per le vittime da parte dell’Arci, che invita i propri soci e le basi associative presenti su tutto il territorio nazionale ad attivare una raccolta di donazioni e fondi, anche cogliendo l’occasione delle tante manifestazioni estive ancora in corso. Le donazioni vanno versate sul conto corrente, intestato ad Arci presso Banca Etica Scarl, IBAN IT 36 A 0501803200 000000000041, indicando nella causale: “Terremoto Centro Italia”.

Terremoto Amatrice

Intesa Sanpaolo: “Stanziato plafond di 250 milioni per ricostruzioni” – Il Gruppo Intesa Sanpaolo ha preso una serie di provvedimenti a favore delle famiglie e delle imprese delle province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, Macerata e Fermo che hanno subito danni a causa del terremoto di questa notte. È stato stanziato, annuncia una nota, un plafond di 250 milioni di euro per i finanziamenti finalizzati al ripristino delle strutture danneggiate (abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigianali, aziende). La banca ha attivato misure a sostegno della popolazione, relative a mutui eprestiti per imprese, piccoli artigiani, commercianti e famiglie che hanno subito danni a causa del terremoto. Fin da oggi, per i clienti delle filiali danneggiate dal sisma, sarà subito garantita ogni forma di operatività nelle filiali più prossime e saranno approntate strutture di emergenza per garantire il supporto finanziario. È poi in fase di attivazione, spiega l’istituto di credito, una raccolta fondi per sostenere la popolazione del territorio, l’applicazione di misure di esenzione per i prelievi e nuovi finanziamenti.

Monte dei Paschi: “Raccolta fondi e rate sospese per le persone colpite” – Banca Monte dei Paschi di Siena ha avviatouna raccolta fondi per aiutare la popolazione colpita dal terremoto del centro Italia. Chiunque voglia contribuire al gesto di solidarietà può effettuare un versamento, da tutte le filiali Mps e attraverso internet banking e ATM, sul conto corrente numero 86053,76, intestato a “Terremoto Italia centrale agosto 2016”, coordinate bancarie Iban: IT 77 H 01030 14200 000008605376. È possibile eseguire i versamenti anche attraverso il call center di Banca Mps, mediante bonifico o addebito su carta di credito, chiamando il numero verde 800 41 41 41. Le donazioni sono esenti da qualsiasi spesa o commissione. Tra le misure previste da Mps anche la sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti per famiglie ed aziende residenti nelle zone colpite dal sisma che ne faranno richiesta, prosegue la nota. “Saranno adottate tutte le misure necessarie per far fronte ai disagi più immediati che i clienti colpiti dal sisma stanno affrontando in questo momento, come i problemi relativi allo smarrimento delle carte, dei libretti degli assegni, documentazione bancaria di varia natura” – si legge in una nota Mps. In questo senso La Banca ha già attivato un numero verde dedicato 800 41 41 41 (opzione 3, info commerciali) per fornire informazioni e assistenza a tutta la clientela dell’area colpita dal terremoto.

Banca Mediolanum: “1 milione per clienti e collaboratori colpiti” – Banca Mediolanum ha intenzione di stanziare, inizialmente, la cifra di un milione di euro a favore dei propriclienti e collaboratori colpiti dal sisma. E’ quanto riferisce la banca in una nota, spiegando che è stato anche predisposto unconto corrente per raccogliere fondi. Per effettuare la donazione è sufficiente definire l’importo da destinare ed effettuare un bonifico bancario sul conto corrente alle seguenti coordinate. c.c. n° 1801801 intestato a Banca Mediolanum SPA. IBAN: IT74L0306234210000001801801. Causale: Emergenza Terremoto Centro Italia.

Da Veneto Banca linee di finanziamento per famiglie e imprese colpite – Veneto Banca ha attivato una linea di finanziamento Emergency dedicata a famiglie che hanno subito danni all’abitazione e imprese colpite dal terremoto nelle province dove il gruppo è presente con le filiali di Banca Apulia e dell’ex Cassa Risparmio di Fabriano e Cupramontana. Per le famiglie la banca mette a disposizione “tutte le proprie strutture per dar corso a erogazioni veloci e straordinarie, al fine di limitare i tempi di ripristino dei beni, fissi e mobili, danneggiati dalla calamità naturale”. L’iniziativa riguarda anche imprese, negozi, uffici e laboratori artigianali che abbiano subito danni materiali.

Deutsche Bank concede sospensione dei pagamenti delle rate – Il gruppo Deutsche Bank in Italia è disponibile “da subito, dietro semplice richiesta, a posticipare i pagamenti delle rate dei finanziamenti alle famiglie e alle imprese clienti del Gruppo (Deutsche Bank, Finanza &Futuro, DBEasy) delle zone danneggiate”. “La sospensione – si legge nella nota dell’istituto – avrà una durata di 12 mesi”. Lo stop al pagamento delle rate è attivo da subito “in attesa dell’ordinanza della Protezione Civile”.

Confcommercio apre una sottoscrizione tra le proprie associazioni – Confcommercio-Imprese per l’Italia ha costituito una task force con l’obiettivo di fornire assistenza immediata alla popolazione e alle famiglie di imprenditori ed ha anche aperto unasottoscrizione libera e volontaria tra le proprie Associazioni territoriali e di categoria. L’invito è a indirizzare i versamenti alla Fondazione Giuseppe Orlando, promossa da Confcommercio per scopi di solidarietà, oltre che per lo studio dei fenomeni collegati al terziario. Gli estremi sono: Fondazione Giuseppe Orlando IBAN IT25Z0832703247000000000159 presso Banca di Credito Cooperativo di Roma, Ag.132- Piazza G.G. Belli, 2 – 00153 Roma.

Fcei invita i propri membri a donari – La Federazione delle chiese evangeliche in Italia ha chiesto alle chiese membro, alle agenzie ecumeniche internazionali, a donatori e donatrici che hanno fiducia nell’azione degli evangelici italiani di effettuare una donazione e mettere a disposizione le proprie strutture. Per inviare donazioni è possibile utilizzare i seguenti conti correnti specificando nella causale “Terremoto Centro Italia”: Unicredit – IBAN: IT26X0200805203000104203419 BIC: UNCRITM1704 Conto corrente postale Fcei n° 38016002 – intestato a: Federazione delle chiese evangeliche in Italia.

Fondo Algebris dona 100.000 euro alla Croce Rossa: Davide Serra e i partner di Algebris Investments, “profondamente toccati dalla tragedia che ha colpito alcuni paesi dell’Italia centrale e l’Italia tutta, e auspicando che tante istituzioni finanziarie seguano la loro iniziativa”, hanno deciso di stanziare 100.000 euro “dai loro proventi, donandoli alla Croce Rossa Italiana”.

Il food blogger: “I ristoranti donino 2 euro per ogni amatriciana” – Un euro il ristoratore, uno il cliente. 2 euro donati alla popolazione colpita dal terremoto per ogni piatto di amatriciana servito oggi. L’idea del food blogger, e grafico,Paolo Campana, che l’ha lanciata dal suo profilo Facebook. Campana ha già messo a punto il flyer da condividere sui social network, con l’Iban della Croce Rossa, specificando che dei 2 euro da devolvere in solidarietà “uno lo mettiamo noi (il ristoratore, ndr) e uno lo mette il cliente”

EVITATE DI PARTECIPARE A GARE DI BENEFICENZA IMPROVVISATE NON CONSEGNATE DENARO A PERSONA CHE NON FACCIA PARTE DI ORGANISMI ISTITUZIONALI AUTORIZZATI. LA SPECULAZIONE E LA TRUFFA E’ SEMPRE DIETRO L’ANGOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *