Celebrazione Madonna del Lago


Si arriva a Castel Gandolfo con il treno prima della stazione, subito dopo Marino, già si intravede una bellissima vista del lago, la collina con il Palazzo apostolico e la chiesa parrocchiale di San Tommaso da Villanova. Queste caratteristiche della piccola ma rinomata cittadina poco distante dalla Capitale insieme alla tranquillità e al clima più fresco nel periodo estivo, hanno fatto sì che divenisse meta prediletta dai pontefici che l’hanno scelta per seguire il proprio lavoro.
Anche all’arrivo alla stazione incuriosisce un altro elemento: un originale tetto moderno composto dalle strisce bianche concluse da una croce illuminata la notte. E’ la Chiesa della Maria Santissima del lago Albano, rettoria della chiesa parrocchiale di Castel Gandolfo, chiamata dai cittadini semplicemente la Madonna del Lago. E’ una chiesa di concezione moderna che nacque negli anni 60 quando il carattere del paese cambiò in centro di attività sportive, ma senza segni religiosi. Allora parroco di Castel Gandolfo, don Dino Sella, promosse l’iniziativa di una processione di barche sul lago dedicata alla Madonna. La processione partiva dagli impianti del CONI ed arrivava fino alla località I Quadri, presso il ninfeo del Bergantino.

locandinaLa pittoresca iniziativa piacque molto a Papa Paolo VI che la poteva osservare dalle sue finestre del Palazzo apostolico che affacciano proprio sul lago. Così nacque l’iniziativa di costruire una piccola chiesa dedicata alla Madonna sulla spiaggia del lago. Il progetto fu affidato all’ingegnere Francesco Vacchini, allora direttore tecnico della Fabbrica di San Pietro. I lavori cominciarono nel 1966 e furono completati nel 1977. La chiesa venne consacrata dal pontefice stesso già gravemente malato il 15 agosto 1977, alla Solennità dell’Assunta: “Chissà se avrò ancora io -vecchio come sono– il bene di celebrare con voi questa festa.” Disse in quella occasione.

S.E. Mons Georg Gaenswein

S.E. Mons Georg Gaenswein

Anche oggi quando “abbandonare, lasciare, andare via sono purtroppo parole chiave del nostro tempo presente della Chiesa”, la festa della Madonna del Lago con la caratteristica processione della Sua statua nella barca vuole continuare a ricordare a tanti turisti sulla spiaggia e delle attività commerciali che “Maria la accompagnatrice, Maria la maestra, Maria la guida ci invita tutti a metterci insieme in cammino verso la Luce del Mondo al nuovo inizio.” Lo ha ricordato S.E. Mons Georg Gaenswein, prefetto della Casa Pontificio e segretario particolare di Papa emerito Benedetto XVI. Ratzinger ha molto amato stare a Castel Gandolfo dove ha scritto molti documenti, l’opera di vita “Gesu’ di Nazaret” e dove ha voluto anche terminare il suo pontificato.

S.E. Cardinale Paolo Sardi

S.E. Cardinale Paolo Sardi

La presenza dei cardinali e arcivescovi in servizio alla Santa Sede che si sono susseguiti alla festa della Madonna del Lago e’ una bella tradizione che parla della vicinanza dei Papi ai fedeli. Dopo Paolo VI la Messa li’ ha celebrato anche Giovanni Paolo VI il 2 settembre 1979.

Il 27 agosto 2016 con la partecipazione di S.E. Cardinale Paolo Sardi (leggi qui biografia), che porterà la benedizione del Santo Padre si terranno i festeggiamenti della Madonna del Lago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *